Stampa la notizia


ANCHE CONFARTIGIANATO SIGLA IL “PATTO PER IL LAGO DI COMO”
a Villa Erba, durante gli Stati generali del lago di Como Ceresio e laghi minori

Como, 20 giugno 2018

Nell’ambito degli Stati Generali dei Laghi, è stato siglato ieri il Patto per il Lago di Como, il Ceresio e i Laghi minori deriva dal precedente Patto per la nautica Lariana promosso nel 2011 dal Tavolo per la Competitività che riconosceva nella filiera nautica un volano per il rilancio dell’economia lariana, al quale ha preso parte anche Confartigianato sottoscritto dal Presidente Marco Galimberti.

A Villa Erba è stato consolidato un nuovo impegno da parte degli attori socio-economico-istituzionali del territorio a perseguire obiettivi condivisi, tra i quali spiccano la tutela e la valorizzazione del patrimonio naturale, storico e culturale, la promozione della mobilità sostenibile, il miglioramento della fruibilità del lago, l’interiorizzazione del valore identitario di una risorsa unica al mondo.

Si tratta di un’intesa aperta al coinvolgimento, anche futuro, di sempre nuovi soggetti interessati al tema.

Più nello specifico il nuovo Patto per il Lago di Como, il Ceresio e i laghi minori si pone i seguenti obiettivi:

  1. tutelare il patrimonio naturale, storico e culturale;
  2. favorire la prevenzione, la riduzione e la gestione degli effetti negativi dei cambiamenti climatici e delle attività antropiche;
  3. incentivare maggiore consapevolezza e comportamenti virtuosi da parte della popolazione residente, dei visitatori, degli operatori economici;
  4. incoraggiare e sostenere una gestione integrata del sistema complesso acqua-territorio;
  5. rendere il lago, le sponde e il territorio circostante un luogo sempre più accessibile, migliorandone la fruibilità anche per le categorie più deboli (bambini, anziani, persone a mobilità ridotta) e incentivando le pratiche sportive;
  6. promuovere la mobilità sostenibile;
  7. favorire le sinergie tra comparto manifatturiero, nautica, servizi e turismo;
  8. accrescere la dotazione infrastrutturale del territorio a favore della popolazione residente, dei visitatori e degli operatori economici;
  9. promuovere la formazione di adeguate figure professionali, sia valorizzando le competenze tradizionali, sia rafforzando la disponibilità di professionalità con competenze tecnologicamente avanzate;
  10. incoraggiare l’internazionalizzazione e la cultura di rete;
  11. promuovere l’innovazione delle filiere economiche legate alla risorsa lago, in chiave anche di sostenibilità;
  12. favorire la diffusione delle buone pratiche;
  13. rafforzare l’immagine del lago di Como sia in Italia che all’estero.

I FIRMATARI CHE HANNO SOTTOSCRITTO IL PATTO:

Regione Lombardia - Camera di Commercio di Como- Camera di Commercio di Lecco- Provincia di Como - Provincia di Lecco - Comune di Como - Comune di Lecco- Comune di Cernobbio - Autorità di Bacino del Lario e dei Laghi Minori - Gestione Navigazione Laghi – Navigazione Lago di Como - Agenzia del TPL del bacino di Como, Lecco e Varese - CONI Lombardia - Confartigianato Imprese Como - Confartigianato Imprese Lecco - CNA del Lario e della Brianza - Unindustria Como - Confindustria Lecco e Sondrio    - API Lecco - Compagnia delle Opere Como - Compagnia delle Opere Lecco - Confcommercio Como - Confcommercio Lecco - Villa Erba - LARIOFIERE Como Lecco - Politecnico di Milano – Polo di Lecco - Università degli Studi dell’Insubria - CGIL Como - CISL dei Laghi - UIL del Lario



Stampa la notizia