Medicina del lavoro



Medicina del Lavoro: tel. 031.3161 - fax 031.316.266
emasa@confartigianatocomo.it

Responsabile: Annalisa Brunati
Gestione dello scadenzario: programmazione e comunicazione degli appuntamenti (almeno 20 giorni prima) per: esami ematochimici e visite mediche; sopralluogo annuale in ambiente di Lavoro previsto dalla normativa vigente; riunione annuale, obbligatoria per aziende con oltre 15 addetti, o su richiesta del Medico Competente per aziende inferiori ai 15 addetti (gli appuntamenti vengono ricordati ulteriormente 24 ore prima).
Invio, a mezzo raccomandata, della Relazione Sanitaria Annuale alla ASL (richiesta dalla stessa) di competenza per ciascuna azienda soggetta al controllo sanitario.
Predisposizione della seguente documentazione:
• Cartella Sanitaria ed Individuale, da trattenersi in azienda, in busta chiusa e sigillata coperta da segreto professionale a norma dell’art.622 del C.P., per ciascun addetto sottoposto a Sorveglianza Sanitaria.
• Copia in busta chiusa di tutti gli esami effettuati, con sigillo di garanzia per la riservatezza degli esami, da consegnare agli addetti sottoposti a Sorveglianza Sanitaria.
• Scheda Giudizio di Idoneità.
• Tabella informativa per ciascun addetto sottoposto a Sorveglianza Sanitaria, da far firmare allo stesso per presa visione e ritiro referti medici.
Fornitura (in occasione della prima consegna referti) di cartellette per l’archiviazione annuale dei seguenti documenti: Certi ficato – Tabella Informativa – Scheda Sopralluogo – Piano Sanitario (allo scopo di gestire correttamente e in sicurezza i documenti menzionati da lasciare a disposizione degli Organi di Vigilanza delle ASL di competenza).
Fornitura di contenitori per la raccolta urine (per gli addetti sottoposti ad analisi di laboratorio).
Predisposizione della documentazione Sanitaria da consegnare all’addetto al momento della risoluzione del rapporto di lavoro, se richiesta dallo stesso.
Comunicazione, a mezzo posta, di modifiche o aggiornamenti normativi in materia di Medicina del Lavoro.
Eventuali rapporti con gli Organi di Vigilanza delle ASL in caso di necessità e se richiesto dal Datore di Lavoro.